Scegli qui la tua casa vacanza








Foto Sicilia - Sicilian Photos

© Iblei.com






Da Punta Corvo a Costa di Carro.

CARATTERISTICHE DEGLI ITINERARI:

1°) Itinerario (da Cava d'Aliga a Sampieri): Km 6, medio-facile,tempo 2,5 ore.

2°) Itinerario (da Punta Corvo a Costa di Carro): Km 4, facile,tempo 1,5 ore.

Periodo consigliato: Tutto l'Anno

Percorso di interesse naturalistico e paesaggistico.

Descrizione del percorso: si parte dalla spiaggia di Cava d'Aliga e ci si dirige verso EST, salendo lungo la scogliera. Dopo appena qualche decina di metri, si potrà visitare la splendida grotta azzurra, ben nascosta fra gli anfratti rocciosi.

Il sentiero si snoda lungo la bassa scogliera per circa un Km e mezzo, fino alla Baia del Corvo, dove si interrompe.

A questo punto occorre superare un passaggio un po' difficoltoso, costituito dal letto del torrente Corvo: occorre scendere nell'alveo del torrente e risalire lungo la scogliera, dalla parte opposta. Attraversato il torrente eccoci a Punta Corvo!

Si può iniziare da qui il percorso abbreviato denominato Sentiero natura lasciando l'auto sull'ampia radura, posta sopra la scogliera. Da qui inizia il tratto più suggestivo ed incontaminato del percorso: un'alta scogliera, strapiombante su un mare azzurro, si prolunga per circa 1,5 Km.

Superata la vecchia e diroccata caserma della Finanza, potrete trovare, tra gli anfratti rocciosi, degli accessi, alquanto disagevoli, che portano al mare.

Tutta la zona sopra la scogliera è ricoperta da una rigogliosa macchia mediterranea dove predominano, frammiste ad agavi, numerosissime palme nane, alcune di dimensioni eccezionali che costituiscono una ambiente vegetazionale di grande valenza naturalistica.

Questo tratto di costa, pressoché incontaminato, merita ogni attenzione perché venga preservato dall'invadenza delle attività umane! Poco prima che la scogliera degradi nuovamente verso una spiaggia ciottolosa, è possibile ammirare una piccola insenatura di grande suggestione: "La grotta dei colombi"!

Subito dopo la scogliera lascia il posto ad un litorale ciottoloso di circa 500 mt, dove il cammino si fa alquanto disagevole. Si arriva finalmente all'ultimo tratto di scogliera, quella di Costa di Carro, ultimo lembo incontaminato di questo bellissimo litorale.

Rocce calcaree, anfratti e cavità sotterranee, dove si insinua il mare ed una tipica macchia mediterranea, con palme nane, caratterizzano questo tratto di costa.

Dopo circa 1 km si arriva in una splendida baia sabbiosa, dove un tempo nidificavano deponevano le uova le tartarughe marine. Superata questa bella spiaggia sabbiosa si percorre un ultimo promontorio roccioso oltre il quale sorge la graziosa frazione marinara di Sampieri.

NB. chi non desidera fare il percorso di andata e ritorno puo' lasciare la propria auto a Sampieri e ritornare con un passaggio a Cava d'Aliga o a Punta corvo da dove potrà iniziare l'escursione.


© Teknadoc Italia tutti i diritti sono riservati