Scegli qui la tua casa vacanza








Foto Sicilia - Sicilian Photos

© Iblei.com






Monterosso

Questo paesino sorge a 691 metri dal livello del mare e nel suo territorio si estendono numerosi boschi; veramente suggestivi sono il parco di Calaforno e quello di Canalazzi; in quest'ultimo potrete visitare una suggestiva masseria fortificata, unica nel suo genere, con feritoie ed alte mura.

In esso vi scorre anche il fiume Amerillo, le cui acque nel passato alimentavano una serie notevole di mulini ad acqua costruiti nella valle oggi detta "Dei Mulini".

Questa ricchezza idrica ha creato nel tempo un piccolo eden verde, fatto di grandi platani e betulle, ed un sottobosco in cui ancora oggi sopravvivono specie animali scomparse altrove.

L'opera d'arte più importante della città è la "Chiesa Madre", monumento nazionale in quanto racchiude alcuni tesori anteriori al 1200.

Potrete ammirare anche le splendide tele sul "Battesimo di Costantino", la grande Pala di San Lorenzo, la "Madonna del Carmelo" dallo stile caravaggesco, le acquasantiere nella pietra locale del 1400 e le due maestose statue di S. Antonio e S.Mauro.

Le prime notizie storiche che fanno riferimento all'esistenza di Monterosso risalgono all'impero di Bisanzio, mentre sono assenti note storiche sul periodo greco o romano.

Nella località "Grotte dei Santi" gli archeologi hanno scoperto delle grotte con degli affreschi in stile paleocristiano.

Le grotte, prima utilizzate per catacombe, poi per abitazioni, furono abbandonate nella prima metà del 1400.

Nell'area di Calaforno, nel cosiddetto "Ipogeo Preistorico", gli abitanti traevano il loro sostentamento dallo sfruttamento delle miniere e dalla estrazione della selce.

Attraverso gli scavi archeologici sono emerse ben 35 piccole camere, che dovevano essere adibite a sepolcreti, e che probabilmente nell'epoca tardo romana o nel Primo Medioevo si trasformarono in abitazioni.

Nel 1168 il figlio del Conte Ruggero di Ragusa donò questo paese, che si chiamava "Monte Ioalmo", alla chiesa di Siracusa.

Sotto il potere della famiglia dei Chiaramonte, Monterosso fu annesso alla Contea di Modica e acquisì probabilmente in questo periodo il suo nome attuale.


© Teknadoc Italia tutti i diritti sono riservati